Benvenuto al "Laboratorio di Ingegneria dei Materiali ed Alte Tensioni".
Il laboratorio è situato all'interno del Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell'Università di Bologna. Il nome LIMAT è stato assegnato nel 1997, tuttavia fin dal 1970 è stato attivato un Laboratorio di Alte Tensioni all'interno dell'Istituto di Elettrotecnica Industriale. Negli anni 90, il laboratorio è diventato uno dei più importanti centri di ricerca al mondo per lo studio dei sistemi isolanti e della diagnostica, sotto la guida del Prof. Gian Carlo Montanari, responsabile del laboratorio.
 
Il gruppo di ricerca del LIMAT è composto da 1 Professore Ordinari, 2  Professori Associati, 1 Ricercatore, 2 Tecnici di laboratorio, 3 ricercatori a contratto (post-dottorato, dottorandi and assegnisti) e molti altri collaboratori. Per maggiori dettagli clicca sul collegamento nella parte alta della pagina.  


I principali campi di attività sono relativi alla caratterizzazione dei materiali dielettrici e alla diagnostica dei sistemi elettrici per l'energia attraverso misure di scariche parziali, partial discharges (PD), e di carica di spazio, space charge (SC).
Negli ultimi anni si sono realizzati notevoli lavori su nanomaterial,  superconduttori ad alta temperatura critica (HT), materiali piezoelettrici cellulari e materiali magnetici. Altri argomenti di ricerca sono l'affidabilità e la manutenzione di sistemi e apparecchiature elettriche, qualità dell'energia e mercato dell'energia, applicazioni dell'intelligenza artificiale al controllo e alla diagnostica dei sistemi elettrici.  
La caratterizzazione dei materiali isolanti elettrici ha effettuato un significativo passo avanti dal 1997 quando è stato realizzato nel laboratorio un sistema di misura della carica di spazio (primo in Italia) intrappolata all'interno dei materiali isolanti attraverso il metodo dell'impulso elettroacustico (PEA). In seguito, è stata realizzata una cella PEA per misure in AC (da 0 a 104 Hz), la prima in Europa. Infine, è stato costruito un sistema per la misura della carica di spazio su spezzoni o modelli di cavo per alte tensioni. Oltre alla realizzazione e allo sviluppo del sistema di misura, si è portata avanti una notevole attività teorica e sperimentale sull'accumulo di carica di spazio.
Sono state sviluppate, inoltre, tecniche innovative per la misura delle scariche parziali e l'elaborazione dei risultati (mediante metodologie neuro-fuzzy e analisi statistiche), con lo scopo di realizzare una diagnostica efficace e manutenzione condition based su sistemi isolanti elettrici (per es., trasformatori, macchine rotanti, cavi e accessori, isolatori, ecc.)

Il LIMAT ha attivato una stretta collaborazione con i maggiori laboratori internazionali e  aziende che si occupano di sistemi isolanti elettrici (per es., CESI, ENEL, EPRI, CNR France e Canada, ABB, Alstom, Borealis, Pirelli, ecc.) ed è coinvolto in  diversi progetti europei (IV e V programma quadro).

Per informazioni più dettagliate sulle attività di ricerca del LIMAT, visitate il relativo collegamento situato nella parte alta della presente pagina. 

Nel 1999 il Prof. Montanari e alcuni ricercatori del LIMAT hanno fondato una società, TECHIMP Srl, spin-off dell' Università di Bologna, il cui scopo riguarda la realizzazione di strumenti per la diagnostica dei sistemi isolanti elettrici, la fornitura di servizi nel campo della diagnostica e della manutenzione dei sistemi elettrici, lo sviluppo di  tecnologie innovative per la caratterizzazione dei materiali elettrici e la realizzazione di altri servizi relativi al mercato dell'energia elettrica.       


 

 

 

 

 

 

 

 


 

 


Dove si trova il LIMAT?
Clicca sulla mappa
per ingrandirla